Il nostro circuito Tropea Agenzia Ma&Ma Viaggi - Tropea Case Tropea Hotel Tropea Vacanze Calabria Hotel Briatico

La città di Crotone

Province Calabresi

Calabria da Vedere

  • Itinerari
  • Foto - Cartoline
  • Video - Documentari
  • Prodotti - Tipici
  • Contatti

Vacanze Calabria

  • Villaggi Calabria
  • Residence Calabria
  • Appartamenti Calabria
  • Hotel Calabria
  • Bed and Breakfast Calabria
Provincia di Crotone: Tutti i comuni | Visitare | Mangiare | Muoversi | Itinerari

La città di Crotone

La Città di Crotone è capoluogo di provincia dal 1992.
La città è costituita da un nucleo antico e da una parte moderna grazie ad un notevole sviluppo economico incrementato dalla presenza del suo porto.
La storia millenaria di Crotone si dipana passo dopo passo nel suo nucleo antico , ancora chiuso da mura è guardato dalle possenti fortificazioni di un severo Castello.



Storia

Storia che non può prescindere dagli straordinari tesori rinvenuti nel santuario di Hera Lacinia a Capo Colonna ( uno tra i più importanti luoghi sacri della Magna Grecia ) , oggi conservati nel museo archeologico.
Tracce che richiamano alla memoria gli splendori culturali che questa colonia ellenica visse quando potè vantare fra i suoi più illustri cittadini pensatori come Pitagora di Samo e il suo allievo Filolao.
Il Neto è il principale corso d’acqua , cantato da Teocrito perché lungo le sue rive crescono tutte le erbe migliori .
Il centro antico della città si raccoglie entro la cinta muraria innalzata verso la meta del XV secolo dagli Aragonesi secondo un sistema policentrico di piazze raccordate tra loro da vicoli e viuzze , cui guardano modeste abitazioni a schiera e le dimore urbane dell’aristocrazia fondiaria .

Il Duomo

L’impianto originario risale al XI secolo, ma il tempio fu completamente ricostruito nel ‘500 .
Appaiono evidenti i restauri nelle linee classicheggianti della facciata e nelle tre navate interne .
All’inizio di quella destra si nota un arco ogivale appartenente alla struttura cinquecentesca , in una cappella è sistemato un fonte battesimale del XIV secolo .
Ornano la Cappella fastose decorazioni ottocentesche , la quale custodisce la cosiddetta Madonna di Capo Colonna , dipinto del XVI secolo , di eccezionale valore artistico .

Il Castello

Il Castello fu costruito nel 1541 dal vice re Pedro de Toledo per difendere le coste dagli assalti turchi.
Per la costruzione della struttura a pianta poligonale, con fossato e torrioni cilindrici agli angoli, vengono demoliti tutti i resti più antichi .
L’edificio,rimaneggiato nel ‘700 e danneggiata un secolo dopo da un terremoto, ospita la Biblioteca comunale e il Museo Civico, che raccoglie stemmi provenienti dai palazzi cittadini , maioliche settecentesche di scuola napoletana recuperate da palazzi cittadini e dall’antico monastero di S. Chiara e armi (XVIII-XIX) e pezzi di artiglieria di navi veneziane.

Museo archeologico

Riaperto al pubblico nel 2000, il Museo Nazionale di Crotone espone una scelta di reperti utile a capire l’evoluzione di Crotone .
Articolato su due piani , parte da un’introduzione alla prei-protostoria.
Il visitatore attraverso frammenti di ceramiche , statuette manufatti metallici, può seguire un percorso cronologico che va dal primo impianto della polis achea fino all’apogeo ( VI – V secolo a.C.) e quindi alle fasi che porteranno al declino della città greca e all’impianto del nuovo insediamento romano . Un particolare risalto è dato al periodo compreso tra il VI e il V secolo a.C. , segnato da importanti avvenimenti politici e culturali . Al primo piano sono esposte ricche testimonianze provenienti dai principali santuari della polis . Non mancano reperti dai centri indigeni ellenizzati e da insediamenti greci minori . Al Santuario di Hera Lacinia è data una grande rilevanza mediante resti di decorazioni , manufatti che testimoniano la ricchezza degli ex voto che venivano offerti alla dea .
Una piccola sala espone alcuni eccezionali rinvenimenti del 1987 -1988. Spiccano tra questi un diadema in oro , tre bronzetti peloponnesiaci , una sirena .

Museo civico

Ospita una raccolta di stampe, disegni e fotografie che illustrano le trasformazioni urbanistiche della città tra Medioevo e XX secolo .
Inoltre espone una interessante raccolta di monete di età medievale e moderna , ceramiche, metalli, armi bianche . Tra i reperti di grande interesse risulta una rara ampolla da pellegrino del VI secolo dopo Cristo .
Nuove ricognizioni nella zona di Isola Capo Rizzato hanno permesso di conoscere , con il rinvenimento di numerose fattorie i caratteri dell’insediamento nella chora meridionale.



WWW.MAEMA-VIAGGI.IT