Il nostro circuito Tropea Agenzia Ma&Ma Viaggi - Tropea Case Tropea Hotel Tropea Vacanze Calabria Hotel Briatico

La locride in provincia di Reggio Calabria

Province Calabresi

Calabria da Vedere

  • Itinerari
  • Foto - Cartoline
  • Video - Documentari
  • Prodotti - Tipici
  • Contatti

Vacanze Calabria

  • Villaggi Calabria
  • Residence Calabria
  • Appartamenti Calabria
  • Hotel Calabria
  • Bed and Breakfast Calabria
Provincia di Reggio Calabria: Tutti i comuni | Visitare | Mangiare | Muoversi | Itinerari

La Locride

Locri,nota in tutto il mondo per la sua vasta zona archeologica, qui fu ritrovata la Persefone in trono ,oggi al Museo di Berlino.
Interessante il quartiere di Centocamere , i resti del tempio dorico,il teatro e le ciclopiche mura di cinta,si può ammirare una Locri moderna,strade dritte e parallele, ottime attrezzature turistiche dagli alberghi ai campeggi. Ma il centro storico più interessante dell’intera Calabria è Gerace, ricca d’arte, sorge su una rupe in posizione incantevole.
 Si può ammirare la cattedrale di San Francesco,il fastoso altare maggiore in marmi policromi,commissionato dal frate Bonaventura Perna nel 1664,è uno dei più belli esempi di barocco calabro siculo.
 La chiesetta di San Giovannello,eretta intorno al nono secolo,oggi è la parrocchia greco ortodossa,appartenente al patriarcato di Costantinopoli.

La cattedrale in stile Bizantino Normanno.Santa Maria del Mastro,dedicata alla Madre di Dio e ai Santi Martiri Eustrazio e compagni e alla Santa Martire Caterina.
 Il tesoro della Cattedrale,fa notare oltre che una  raccolta di opere  di pregio artistico  anche il raffinato gusto dei Vescovi.
Si tratta di oggetti liturgici realizzati da argentieri messinesi o napoletani ,tra questi oggetti si può ammirare la Croce Reliquiario:in filigrana con zaffiri e smeraldi,il Calice:in filigrana d’argento e pietre dure,l’Ostensorio:argento sbalzato con elementi a fusione e pietre preziose,ed altri oggetti di notevole valore. 
 Le forme attuali  della Cattedrale sono seicentesche.
Il Castello, restaurato dai Bizantini e dai Normanni,ampiamente rimaneggiato nei secoli successivi,le attuali strutture sono aragonesi.
Infine il Convento dei Cappuccini,conserva tre magnifici altari di legno con tarsie in avorio e madreperla scolpita dal Cappuccino Ludovico da Pernicari. Siderno e Gioiosa,non differenziano molto l’una dall’altra,entrambe dedite al turismo all’agricoltura e alla pesca.
Più a nord troviamo Caulonia,con le sue numerose chiese settecentesche,con l’affresco del Pantocratone e un grande presepe meccanico.
 La famosa Stilo,patria di Tommaso Campanella,custodisce il gioiello per eccellenza del mondo bizantino calabrese:la Cattolica,e antiche chiese del secolo XVI e XVII.
Sulle rive del mar Jonio,è Monasterace dove è rimasto il basamento del tempio di Giunone.



WWW.MAEMA-VIAGGI.IT